Quali attrezzature acquistare? Quali sono le regole di sicurezza per non rischiare? Dove e quando posso andare in canoa al mare? 

Sono solo alcune delle domande che chiunque voglia iniziare ad andare in canoa al mare si chiede prima di avventuarsi con un kayak in mare. In questa breve guida cercherò di dare alcuni consigli utili per iniziare questa attività. 

Attrezzature e kayak

In primo luogo è necessario scegliere un kayak da acquistare (o noleggiare). Ovviamente l'acquisto permette di poter praticare in ogni momento senza essere legati all'apertura di un esercizio commerciale. 

Se non hai molta esperienza di kayak (e non sai già quale modello desideri), il mio consiglio è di acquistare un kayak sit on top, ovvero inaffondabile, sul quale è possibile risalirci anche dopo un ribaltamento in mezzo al mare (caratteristica importante per motivi di sicurezza).  Anche molte canoe gonfiabili non affondano ma portano con se tanti svantaggi di manutenzione e prestazione e il solo pregio dell'ingombro per lo stivaggio. 

Leggi l'articolo sulle canoe gonfiabili e rigide per maggiori informazioni. 

Questo qua sotto (Wave Sport scooter), è un modello semplicissimo da usare, molto sicuro e che permette di pescare, girare al mare vicino alla costa con mare calmo e fare surf su piccole ondine a ridosso della spiaggia. Il modello non è troppo ingombrante e risulta praticamente indistruttibile e longevo nel tempo (anche facile da rivendere). Esistono tanti modelli simili in commercio e vanno tutti più o meno bene. 

 

Questi modelli esistono in versione doppia e singola, quindi valutate bene se volete andare da soli o in compagnia. 

Pagaia

Per la pagaia la scelta è molto libera e dipende molto dal vostro portafoglio. Le pale migliori per il mare sono leggere e in fibra di carbonio o vetroresina. Ecco alcuni dei migliori modelli di pagaia da mare. Tuttavia vanno bene pagaie anche più economiche se si è disposti ad avere un attrezzo più pensate tra le mani. Cercate comunque pagaie lunghe e strette con angolo a 45° (ovvero l'inclinazione di una pala rispetto all'altra) e lunghe dai 200cm se siete sotto i 170cm di altezza ai 210cm se siete più alti. 

Il vestiario dipende molto dalla temperatura:

Vestiario estivo

Se pensate di andare in canoa in estate, allora sarà sufficiente un salvagente (va bene anche qualcosa di economico) e un costume se lo ritenete opportuno :-), e tanta crema solare. 

Vestiario invernale 

Se volete andare con temperature più rigide, vi consiglio di indossare un pantalone di muta e una giacca d'acqua con un intimo per la parte superiore più o meno pesante in base alla temperatura. Ovviamente sempre un salvagente sopra alla giacca.  Cliccando sui relativi link è possibile vedere un esempio del materiale consigliato (se lo acquistate online potete avere uno sconto inserendo il codice MRKPROMO ). Con l'attrezzatura consigliata è possibile pagaiare fino a 4°-8° C in mare senza vento.  

 

Cosa è sicuro fare al mare? 

Il mare può ovviamente essere molto pericoloso se non trattato con il giusto rispetto. Tuttavia la canoa può essere fatta in sicurezza anche da chi ha poca esperienza a patto di rispettare alcune logiche regole di comportamento: 

  • non uscire se c'è vento o è previsto un aumento del vento (andare contro vento può essere quasi impossibile a volte o molto faticoso)
  • non uscire con il mare mosso o con previsione di aumento del moto ondoso
  • rimanere sempre vicino alla costa (un rovesciamento lontano da riva può essere potenzialmente letale). 
  • vestirsi con l'attrezzatura adeguata per la temperatura dell'aria e dell'acqua e indossare un salvagente. 

Dobbiamo sempre pensare che è possibile, anche se raro, cadere in acqua. Cadere in acqua a pochi metri da riva in mare ad agosto è divertente, mentre 50m lontano dalla costa in febbraio è tutt'altro che divertente e molto pericoloso. Ovviamente essere in più persone è sempre garanzia di una sicurezza maggiore. 

Quali cose è utile tenere presente

  1. un minimo di preparazione tecnica è utile per non affaticare spalle e schiena. Potete trovare utile la sezione di Tecnica dove troverete consigli con video-lezioni o utili articoli. 
  2. è sempre possibile ribaltarsi e le bisogna considerare di avere le capacità natatorie per tornare a riva a nuoto. 
  3. consiglio di provare a ridosso della spiaggia a cadere in acqua e risalire sulla vostra canoa, in modo che se dovesse succedere sapete se siete capaci e potete contare su questa manovra. 
  4. il sole è parecchio forte sulla canoa e spesso il venticello e gli schizzi d'acqua vi fanno dimenticare che vi state bruciando come dei peperoni al forno. 
  5. evitate pagaie senza angolazione delle pale, spesso i noleggi tendono a proporle perché nell'immediato sono più facili da usare, ma dopo 3 ore di pagaiata una tendinite è assicurata a causa dei movimenti sorretti del polso. 
  6. ricordatevi che nuotare pretendendo di trascinare la canoa e la pagaia è un'impresa veramente ardua, quindi non fate scrupoli in situazioni di emergenza ad abbandonare l'attrezzatura e nuotare a riva da soli. 
  7. divertitevi e scoprite nuove spiagge! 

 

Spero che questa guida vi sia stata utile e se volete ricambiare il favore seguite la mia pagina Facebook